È pugliese, si chiama Daniele Lopriore,ed è il giovane chef a volare in finale nella rassegna La Gara di Gusto under 30, la sfida indetta da Cronache di Gusto che premia i migliori giovani chef d’Italia.
Gli chef che andranno alla finalissima che si terrà a gennaio sono 3: oltre a Daniele Lopriore per la Puglia, anche il siciliano Santino Corso e il campano Giacomo Ignelzi.
La manifestazione si è svolta a Villa Neri, resort sull’Etna alle porte di Linguaglossa. Questa volta, ad andare in finale, è un rappresentante della Puglia, che si è distinta ai fornelli con un giovane promettente chef, della Masseria Garappa di Monopoli che ha presentato la sua “Alice nel paese delle meraviglie“.
Il tema infatti della manifestazione è stato quest’anno il pesce azzurro ed è su questo concept che gli sfidanti si sono misurati a colpi di piatti compositi e innovativi.
A giudicare i cuochi under 30, una giuria d’eccezione, composta da chef e giornalisti della stampa specializzata. Nello specifico, Carlo Passera, Tania Mauri, Rocco Moliterni, Alessandra Meldolesi, Manuela Zennaro, Roberto Gatti, Rita Montanari, Elia Russo e Clara Minissale.
Presidente di giuria lo chef una stella Michelin Giovanni Santoro dello Shalai di Linguaglossa.

Tra tanti uomini si è distinta una sola donna chef, Diana Pignatelli dell’Agriturismo Le Caselle di Rignano Garganico, che ha presentato lo Sgombro, pane alle alici, crema di rapa rossa e frutti di bosco, limone.
Tra i pugliesi, Carmine Chiarelli di Borgo Vallerita di Ginosa, che ha proposto un bottone di pasta taralli con ripieno di alici, pomodoro e burrata e limone salato. E infine, Mirko Esposito della Cantina del pozzo di Lucera, che ha preparato uno Sgombro al limone femminiello del Gargano in aceto, cioccolato bianco e germogli di rucola.

Vuoi anche tu lavorare nel settore food? Scopri il corso di cucina professionale di Italian Food Acdemy.

Start typing and press Enter to search

foodporn italian food academymiglior pastry chef 2018 italian food academy