L’ultima frontiera della Food Photography è quella che ritrae il cibo sospeso in aria. Creatività, senso di leggerezza e dinamicità sono le sensazioni date dal flying food, che in molti vogliono replicare.
Sandwich in levitazione, gamberi sospesi a mezz’aria, liquidi che fuoriescono da piatti e bicchieri rappresentano oggi un modo insolito e di forte impatto di raccontare il cibo attraverso le immagini. Un risultato che chi vuole diventare food photographer può ottenere solo dopo tanto studio e sperimentazione.

A tal proposito, Italian Food Academy organizza un apposito corso sulla fotografia dedicata al cibo con esperti professionisti del settore i quali, durante le lezioni in aula e un periodo di pratica in studio, insegnano le diverse tecniche, l’utilizzo della luce e il modo di ritrarre piatti e ingredienti, oltre che l’allestimento del set.
Per informazioni dettagliate sul percorso didattico, sui moduli e sui docenti, nonché sui materiali e sulle date, basta contattare l’ente, cliccando qui.

Ma come si realizza la foto del cibo “volante”?
Per la realizzazione del “flying food”, oltre ad una fotocamera e alla materia prima da ritrarre, è importante anche saper usare Photoshop, poiché si dovrà lavorare ” a livelli”, bilanciando con attenzione ogni strato, cancellando il superfluo con i corretti Tool di Photoshop. L’effetto sarà che l’impossibile sembrerà reale. Se un 60% del lavoro è fatto in studio, il restante 40% è determinato dalla post produzione.
La tecnica utilizzata è la fotografia ad alta velocità, che cattura i momenti in una frazione di tempo che non è possibile vedere ad occhio nudo, come uno spruzzo d’acqua ad esempio.
Le attrezzature per fotografare in high speed sono: un obiettivo macro da 100 mm per scatti ravvicinati, uno zoom 24-70 mm, un treppiede e una macchina reflex ovviamente.

Ma esiste anche un metodo più semplice per ritrarre il cibo in “volo” ed è spiegato in questo video di “We eat Togheter”.

Il corso di Food Photgraphy di Italian Food Academy.

Il percorso di Italian Food Academy in Food Photography si svolge a Milano e prevede lezioni propedeutiche, un corso online di 20 ore finalizzato al rilascio del Certificato HACCP di terzo livello, una fase d’aula di 48 ore e un periodo di stage di 150 ore.

Gli argomenti del corso sono:

  • APPROCCIO ALLA FOTOGRAFIA
  • BASI DEL FOOD STYLING
  • COME COSTRUIRE UN SET
  • ANALISI DEL MONDO DELLA FOOD PHOTOGRAPHY
  • VISUAL CONTENT STRATEGY
  • SMARTPHONE PHOTOGRAPHY
  • IL FOOD SU INSTAGRAM
  • DIFFERENZE TRA MONDO EDITORIALE E DIGITALE

Start typing and press Enter to search

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
divantare critico gastronomico master italian food academyarte impiattamento italian food academy 0