Corso in

Arte dell’impiattamento

Milano, 3 – 7 Maggio 2021 – SOLD OUT
Roma, 14 – 18 Giugno 2021 – SOLD OUT
Milano, 27 Settembre –  1 Ottobre 2021
Roma, 10 – 14 Maggio 2021

Diventa un esperto

Impiattare è un’arte che, come tutte le arti, necessita di una buona dose di creatività innata, sensibilità estetica, studio, precisione. Ingredienti, tecniche, scelta del piatto, posizione degli alimenti, forme, colori, consistenze e non solo, sono variabili che nell’impiattamento trovano l’espressione di quel concetto che oggi è “cucina in continua evoluzione”!

richiedi informazioni

Arte dell’impiattamento

REQUISITI D’ACCESSO:

È necessario avere un’esperienza come cuoco o pasticcere nel settore di almeno 2 anni.

Milano, 3 – 7 Maggio 2021 – SOLD OUT
Roma, 14 – 18 Giugno 2021 – SOLD OUT
Milano, 27 Settembre –  1 Ottobre 2021
Roma, 10 – 14 Maggio 2021

Tematiche del Corso:

Le leggi del colore e l’abbinamento cromatico

Scelta del piatto e disposizione degli alimenti

Forme e consistenze

Aspetti psicologici legati alla percezione di un piatto

Illusione gustativa

Eating design

l’importanza della “firma d’autore”

pratica

Percorso formativo

Oggigiorno mangiare deve necessariamente coinvolgere tutti i sensi; una presentazione attenta e creativa di un piatto può fare la differenza! Non solo, oltre ad essere indice di attenzione nei confronti dei clienti, può diventare un tratto distintivo dello chef e del ristorante.

OPPORTUNITÀ LAVORATIVE

È necessario aprire nuove frontiere dell’alimentazione, nuove possibilità di abbinamento e di trattamento dei cibi. Nuove forme di presentazione, il cibo va mangiato prima con gli occhi!
Per questo un cuoco esperto e particolarmente attento all’impiattamento può trovare impiego in tutti i settori della ristorazione, in particolar modo nelle strutture di pregio dove l’alta cucina viene praticata ogni giorno e la sperimentazione è ritenuta fondamentale.

Tutte le Info

PROGRAMMA DIDATTICO

  • Imprinting gustativo 
  • Aspetti psicologici legati alla percezione di un piatto
  • Eating design e l’interazione con il cibo
  • L’impiattamento come esperienza emozionale dell’alimentazione
  • Progettazione di un piatto
  • Le leggi del colore e l’abbinamento cromatico
  • Scelta del piatto e disposizione degli alimenti
  • Forme geometriche, consistenze e volumi
  • Le linee di forza nella composizione
  • Bilanciamento di forme, colori e sapori
  • Cenni tecniche di cucina molecolare
  • Illusione gustativa
  • L’importanza della “firma d’autore”
  • Pratica

OBIETTIVI DEL CORSO

L’obiettivo del Corso è fornire gli allievi le competenze necessarie a fare dell’impiattamento un proprio tratto distintivo.

SBOCCHI LAVORATIVI E ATTESTATI

Gli sbocchi occupazionali sono molteplici e comprendono ristoranti, pasticcerie all’avanguardia e strutture ristorate e di accoglienza alberghiere e turistiche.

Conseguirai inoltre il Certificato HACCP di 3° livello e l’attestato privato di frequenza al Corso.

MATERIALI FORNITI E REQUISITI

Per partecipare al Corso ti saranno forniti i libri di testo.

È necessario avere un’esperienza come cuoco o pasticcere nel settore di almeno 2 anni.

Fasi del percorso

  • Lezioni propedeutiche: testi + piattaforma online
  • Corso online di 20 ore finalizzato al rilascio del Certificato HACCP di 3° livello
  • Fase d’aula: 40 ore
  • Rielaborazione e divulgazione CV

Come candidarsi

  • Compila il form di richiesta informazioni e ti contatteremo entro pochi giorni. Nella selezione dei candidati saranno considerati il CV scolastico e lavorativo, oltre alla lettera motivazionale prodotta; è possibile supportare la candidatura con un portfolio di lavori precedenti. La commissione esaminatrice, considerati questi elementi, comunicherà l’esito della selezione e l’ammissione al Corso/Master; solo successivamente sarà possibile inviare il modulo d’iscrizione.

Agevolazioni

  • Possibilità di finanziamento della quota d’iscrizione;
  • Incontro di orientamento professionale durante la fase d’aula;
  • Realizzazione video CV laddove previsto;
  • Rielaborazione e aggiornamento del CV per la divulgazione alle aziende del settore al termine del percorso formativo;
  • Segnalazione di strutture ricettive in zone limitrofe alla sede delle lezioni full-time.

Docenti

  • Roy Caceres
    Roy Caceres

    Roy Caceres, chef del ristorante romano Metamorfosi (1 stella Michelin), è arrivato in Italia nel 1993, a sedici anni, seguendo sua madre. Coltivava anche la passione per il cibo: «Mio nonno, di origine siriana, mi insegnò fin da piccolo i sapori della cucina mediorientale, facendomi capire che esistevano altre tradizioni gastronomiche e l’importanza di essere aperti alle scoperte». In Italia, grazie alla sua abnegazione e impegno fa carriera nel giro di pochi anni, passando da insegne prestigiose come il Relais & Chateaux Il Pellicano e la Locanda Solarola, dove Caceres diventa lo chef. Fino a sentirsi pronto per spiccare il volo, aprendo nel 2010 il suo locale a Roma, che in poco tempo è diventato un punto di riferimento per la cucina gourmet nella capitale.

  • Davide Damiano
    Davide Damiano

    Chef con una carriera ventennale: ad un inizio più tradizionale che lo ha visto protagonista in importanti cucine internazionali, è seguita un’evoluzione che lo ha portato a diventare un consolidato e riconosciuto consulente, un application chef come si usa dire, una figura poliedrica in grado sia di sviluppare nuovi prodotti e ricette, sia di strutturare da zero un locale. Ricercatore creativo, esperto di tecniche di panificazione, di prodotti per alimentazioni dedicate e di cucina molecolare. Docente che affianca con continuità la formazione e l’aggiornamento per colleghi, professionisti ed amatori.

  • Paolo Barichella
    Paolo Barichella

    Paolo Barichella è un consulente e imprenditore attivo nell’applicazione pratica del Food Design nel business. È il professionista che ha teorizzato il food design in Italia nel 2002. Durante la sua carriera ha sviluppato concept di successo per il food format retail, prodotti e linee di prodotti per il food e il consumo di food, scritto articoli e libri sul Food Design e partecipato come relatore a conferenze internazionali. È docente di Food Design presso i più importanti atenei Italiani e internazionali, ha partecipato come food designer a competizioni mondiali di cucina, pasticceria e gelateria ed è stato testimonial per aziende, eventi, trasmissioni televisive e giurie di premi. È attivo come Advisor per importanti clienti e gruppi industriali e partecipa in quota a progetti in cui è coinvolto personalmente.

  • Ivana Carmen Mottola
    Ivana Carmen Mottola

    Concept & Eating Designer e socia fondatrice di supperclub Italia, luogo visionario e di nuova concezione, ha curato eventistica e food experience, organizzato percorsi e formazione in ambiti internazionali e multiformi. Direttore Creativo e founder del progetto di ricerca applicata al nuovo e alla sua fruizione, al consumo e all’accoglienza DesignFood.house.

  • Eugenio Boer
    Eugenio Boer

    Docente edizione 25-29 marzo 2019
    Chef italo Olandese, una stella Michelin nel 2017 con il locale Essenza, è lui il proprietario dell ristorante [bu:r] a Milano, dopo una lunga esperienza maturata negli anni in giro tra Olanda e Italia, che lo ha visto, tra gli altri, anche al St. Hubertus di Norbert Niederkofler nel 2011. L’attenzione agli spazi, ai materiali, alle tecniche e alle materie prime sono i punti fermi del suo approccio alla cucina, che rimanda a legami con l’Olanda e si arricchisce delle contaminazioni con altre tradizioni e culture.

  • Felice Lo Basso
    Felice Lo Basso

    Ha partecipato alle precedenti edizioni. Lo Chef Felice Lo Basso compie il suo apprendistato in grandi ristoranti gourmet in Italia e all’estero, e nel 2011 viene insignito della prestigiosa stella Michelin. Stile raffinato, fa della qualità e del rispetto delle materie prime il suo punto di partenza. Il suo trait d’union è la ricerca dei prodotti di qualità, la voglia di sperimentare forme e colori, di mixare i gusti. Intuizione, fantasia, innovazione e creatività sono i pilastri della sua proposta enogastronomica nei suoi ristoranti di Milano e Trani.

  • Roberta Schira
    Roberta Schira

    Scrittrice e giornalista, Roberta Schira è autrice di importanti libri, tra cui Menu per quattro stagioni, Il nuovo Bon Ton a tavola, Il libro delle frattaglie e molti altri. È autrice di una rubrica di critica gastronomica sul Corriere della Sera e scrive su Finedininglovers, La Grande Cucina e The Life Journal. Collabora anche con la RSI per la trasmissione Cuochi d’artificio. È fondatrice e co-direttore del Blogazine Madame&Monsieur.

le precedenti edizioni

Italian Food Academy

Il nostro Metodo Didattico Unico, Brevettato e Dinamico mira all'insegnamento delle tecniche più evolute della ristorazione, alla conoscenza delle materie prime e della cultura enogastronomica italiana, alla consapevolezza delle tradizioni e del Made in Italy. Il nostro obiettivo è creare veri ambasciatori della cucina e delle eccellenze alimentari della tradizione italiana nel mondo!

La Taverna degli Arna

Il Salmoriglio

Hostaria Treville

Teatro dei Sapori

Hotel Le Dune

Zanza XVI

Il Forchettiere

Butterfly

La Taverna degli Arna

Il Salmoriglio

Hostaria Treville

Teatro dei Sapori

Hotel Le Dune

Zanza XVI

Il Forchettiere

Butterfly

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca