La bottiglia di vino impolverata, preziosa, estratta da una cantina secolare dalle mani attente di un enologo (che spesso somiglia a un archeologo), fa parte del nostro immaginario collettivo. Scene simili sono presenti, non a caso, in decine di film e di serie TV. La pregiata bottiglia di vino come simbolo di tradizioni storiche e di ricchezza moderna. Uno status a cui nessun milionario degno di questo nome può rinunciare. Una cantina ben fornita di vini rari e costosi è infatti uno di quegli accessori irrinunciabili che separa il ricco autentico dall’arricchito. Perché anche tra i milionari, si sa, esistono gerarchie sociali e morali.

Vediamo insieme quali sono le bottiglie di vino con il più alto prezzo d’acquisto al mondo. Giusto per rendersi conto del livello.

#5: Pétrus di Pomerol – 68.000 dollari

La cantina Pétrus della zona del Pomerol produce ogni anno poche selezionatissime bottiglie di pregiatissimo Bordeaux, circa 54.000. Nel 1991 non ci fu produzione sufficiente e quindi tale annata non esiste. La vendemmia viene svolta rigorosamente a mano e l’invecchiamento avviene per almeno 21 mesi in botti di rovere. Le migliori annate sono quelle del 1929, 1945, 1947,1961, 1982, 1989, 1990, 2000 e 2005. Definirlo uno “Château” è un errore da principianti, perché in quella parte di Francia non esiste alcun castello o palazzo nobiliare. La bottiglia più preziosa di Petrus è stata venduta a 68mila dollari.

#4: Chateau D’Yquem 1811 – 117.000 dollari

Unico bianco in classifica è una bottiglia di vino vendemmiato nell’anno della cometa. Nel mondo degli enologi si ritiene infatti che gli anni in cui le comete si palesano nei nostri cieli siano anni fenomenali per quanto riguarda le proprietà organolettiche dei vini.
Per questo motivo nel 2010 un certo Christian Vanneque, proprietario di un’enoteca a Bali, acquistò ad un’asta una bottiglia di Chateau D’Yquem rilanciando fino ad arrivare a 117 mila dollari. Da notare che oltre che per la magia della cometa questo Château è famoso per la sua predisposizione all’invecchiamento: dopo un secolo in bottiglia guadagna raffinate note fruttate e corposità vellutata.

#3: Cheval Blanc 1947 – 135.000 dollari

Lo Cheval Blanc è uno dei più raffinati vini francesi, prodotto a Saint-Emilion nella regione di Bordeaux. È uno dei fantastici quattro che può vantare la qualifica di Premier Grand Cru Classé A della classificazione di vini del Saint-Émilion. Nel 2006 una bottiglia Jéroboam (3 litri) di questo vino fu acquistata a San Francisco per 135.000 dollari.

#2: Chateau Margaux 1787 – 225.000 dollari

Universalmente riconosciuto come uno dei vini più prestigiosi al mondo, le bottiglie di quest’annata detengono un singolare primato: non ne esiste più alcuna al mondo. L’ultima bottiglia infatti è stata fatta cadere in terra nel 1989 da uno sfortunatissimo cameriere del Four Season Hotel di New York. Il prezzo fa riferimento quindi al rimborso assicurativo che il suo proprietario ricevette per lo sventurato incidente.

#1: Screaming Eagle Cabernet Sauvignon 1992 – 500.000 dollari

I vini francesi dominano questa lista, ma non conquistano il posto più ambito. La bottiglia di vino più cara al mondo è infatti, sorprendentemente, californiana. Nella celebre Napa Valley viene infatti prodotto questo cabernet sauvignon che nel 2000, durante un’asta di beneficenza, fu aggiudicato per l’astronomica cifra di 500mila dollari. Ok, si trattava di una bottiglia Mathusalem da 6 litri, ma questo record rimane sconcertante lo stesso.

Fonte: Telegraph.co.uk

Start typing and press Enter to search